Miniera del sale di Wieliczka

 

Non lontano da Cracovia, in direzione est, vi è una città famosa per la impressionante miniera di sale di Wieliczka. È facile da raggiungere poichè la strada è bene indicata. Vi sono molti parcheggi custoditi a pagamento vicino alla miniera, il che assicura della popolarità di questo posto.

Szyb Daniłowicza

 

Per i turisti, è disponibile il percorso chiamato "Pozzo di Daniłowicz". Il relativo itinerario turistico conduce attraverso 20 grandi sale collegate da gallerie lunghe 2 kilometri. I turisti non sono obbligati a prenotare i biglietti che si acquistano in loco; è possibile eseguire fotografie acquistando lo specifico permesso, che autorizza a scattare le immagini sull'intero itinerario turistico visitato.

Komora Janowice - Œw. Kinga, patronka solnych górników La visita comincia nella “Sala Nicolò Copernico”, dove potete vedere l’impressionante monumento di questo grande astronomo. Nella seguente “Cappella di Sant’Antonio” tutto è fatto di sale. La Cappella Barocca è scavata dentro un blocco di sale verde ed è ornata con numerose statuette di Santi ed con il pulpito modellato nel sale.

Subito a destra è situata la “Sala Janowice” con le figure che rappresentano la scena della scoperta del sale. Un minatore che passa il primo blocco di sale, con un anello di aggancio all'interno, a Santa Cunegonda. La guida racconta la leggenda di come Santa Cunegonda è diventata patrona dei minatori nelle miniere di sale.

Un altro posto magico sull'itinerario del nostro viaggio è denominato “Komora Spalona” (“Sala Bruciata”). Qui è rappresentato è il procedimento di eliminazione del metano che si accumula in miniera. Usando fiaccole attaccate sui lunghi pali, i minatori incendiavano il pericoloso gas. Essi sono stati denominati “penitenti”. Wykorzystanie koni do transportu soli

Nella “Sala Sielec” potete vedere la rappresentazione di come il sale veniva trasportato. Queste figure umane di minatori sono molto realistiche. È mostrato il trasporto non soltanto da parte dei minatori a mano, ma anche usando i cavalli come la forza di trazione.

Andando oltre vi è un modello di lavoratori del sale del periodo Neolitico e di un villaggio di antichi coltivatori. Dopo ci fermiamo nella “Sala Kazimierz Wielki” (Casimiro il Grande) dove è esibito il busto del re, naturalmente scolpito nel sale. Potete inoltre vedere gli idoli di sale (che sono i blocchi di sale a forma cilindrica) e la macchina meccanica/umana per movimentare il sale.

Podszybie Kunegunda - rzeŸby krasnoludków Uno dei posti più interessanti della miniera di Wieliczka è la “Sala Pieskowa Skała” che conduce al livello più basso della miniera. Scendendo per le scale di legno è come se niente fosse cambiato da centinaia di anni. Le figure disposte attorno illustrano come i minatori hanno scavato il sale per mezzo di attrezzi molto semplici. Naturalmente, i minatori sono stati aiutati dai nanetti, le cui le figure fatte nel sale sono poste nella camera detta “Stazione del pozzo di Cunegonda”.

 

La successiva fermata è alla “Cappella della Santa Croce”. Di qui non è lontana la grande sala più stupefacente della miniera. Kaplica Œw. Kingi Inizialmente possiamo vederla dall’alto prima di scendere tramite le scale. Questo posto, che è una vera e propria Chiesa, è eccezionale non soltanto per le impressionanti dimensioni, ma anche per le numerose sculture ed i bassorilievi fatti di sale. L’altare è fatto di sale. Scene bibliche sono scolpite nelle pareti tutto attorno alla Cappella. In questo magico posto si celebrano tuttora le Messe e le cerimonie nuziali.

 

 

Più oltre troviamo la “Sala Erazm Baraci”. All'interno si trova il lago del sale. Pomnik przedstawiajšcy cieœli-górników  

Un altro lago del sale è situato nella “Sala Weimar”. La luce compare e scompare per mostrare la bellezza rigorosa delle pareti di sale così come le dimensioni della camera. Tappa successive dell'itinerario è la “Sala Jozef Piłsudski”, in cui potete ammirare il monumento di sale del Maresciallo polacco. Poi l'itinerario conduce attraverso le gallerie al posto in cui sono disposte due macchine utilizzate per trasportare i carrelli con sale.

Attraversiamo la “Sala Stanisław Staszic” e raggiungiamo la scultura che rappresenta il tesoriere – il buon spirito della miniera che proteggeva i minatori che lavorano nel sottosuolo e li manteneva al sicuro.

Ora passiamo attraverso la “Sala Witold Budryk” ove è stato ricavato un ristorante Pochylnia Prinzingera e per un momento ci fermiamo nella “Sala Warszawa” che è usata come sala per spettacoli ed per eventi sportivi. La “Sala Wisła” contiene piccoli negozi di souvenir ed è l'ultima camera dell'itinerario turistico della miniera.

Scendiamo poi per le scale attraverso la “Rampa di Pinziger” e percorriamo numerosi passaggi. Infine raggiungiamo la “Stazione del pozzo” del “Pozzo di Daniłowicz” dove attendiamo l'ascensore. L'ultima parte del viaggio – che va di nuovo alla superficie con l'ascensore – è una sorpresa ed è affascinante esperienza di questa visita.

Il viaggio intero attraverso la miniera di sale di Wieliczka dura circa due ore e realmente è una incredibile esperienza.

 

Le foto sono visibili sul sito web: www.adamski.pl/foto/galeria/wycieczki/wieliczka

Indietro